Corso di formazione professionale Guida del Parco dei Monti Simbruini – Subiaco (RM) – Aprile 2019

 

Il Parco dei Monti Simbruini ha organizzato, in collaborazione con l’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche – AIGAE, un corso di formazione, ai sensi dell’art. 30 comma 6 della L.R. n. 29/97 e ss.mm. e ii., finalizzato al rilascio del titolo di GUIDA DEL PARCO e GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA, con la duplice finalità di offrire opportunità occupazionali ai giovani delle comunità locali e un servizio qualificato di guida e accompagnatore ai visitatori del Parco.

Al termine del corso, gli allievi che avranno superato l’esame finale potranno associarsi all’AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche), che attesterà, ai sensi della Legge 4/2013, art. 7, la competenza acquisita come GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA, ottenendo il titolo di socio AIGAE, riconosciuto in tutta Italia.
La figura professionale di Guida ambientale escursionistica è normata dalla Legge 4/2013.
Il profilo professionale di GAE – Guida Ambientale Escursionistica
Il corso si ispira alla descrizione del profilo professionale della GAE riportata nelle Linee Guida per l’Educazione Ambientale del Ministero dell’Ambiente e a quella dello Statuto dell’AIGAE. “Alcuni studi dimostrano il progressivo aumento dei turisti che scelgono le vacanze verdi in aree protette, improntate alla visita di luoghi incontaminati. Agenzie e tour operator si stanno adeguando a questo trend affidandosi sempre di più a professionisti competenti. La guida ambientale educa alla natura e alla cultura del territorio, per questo le conoscenze richieste non sono solo relative alle scienze ambientali (botanica, ecologia e zoologia), ma anche alla storia e alle tradizioni locali. La guida ha il compito di programmare e progettare i percorsi e gli itinerari nell’area protetta, rivolgendo particolare attenzione alla conservazione e valorizzazione della biodiversità, nonché alle esigenze espresse dagli utenti del parco.“ (www.minamb.it – Linee GuidaEducazione Ambientale – 2015)
“E’ Guida Ambientale Escursionistica, altrimenti detta Guida Naturalistica, chi, per attività professionale, accompagna in sicurezza, a piedi o con altro mezzo di locomozione non a motore (fatto salvo l’uso degli stessi per raggiungere i luoghi di visita), persone singole o gruppi in ambienti naturali, anche innevati, assicurando anche la necessaria assistenza tecnica e svolgendo attività di didattica, educazione, interpretazione e divulgazione ambientale ed educazione alla sostenibilità. L’attività professionale della Guida Ambientale Escursionistica prevede la descrizione, la spiegazione e l’illustrazione degli aspetti ambientali, naturalistici, antropologici e culturali del territorio con connotazioni scientifico-culturali, conducendo in visita ad ambienti montani, collinari, di pianura e acquatici, anche antropizzati, compresi parchi ed aree protette, nonché ambienti o strutture espositive di carattere naturalistico, ecoambientale, etnologico ed ecologico, allo scopo di illustrarne gli elementi, le caratteristiche, i rapporti ecologici, il legame con la storia e le tradizioni culturali ed enogastronomiche, le attrattive paesaggistiche, e di fornire elementi di sostenibilità e di educazione ambientale.
L’attività professionale della Guida Ambientale Escursionistica prevede inoltre la progettazione, programmazione e svolgimento di laboratori ed iniziative di didattica, educazione, interpretazione e divulgazione ambientale, anche affiancando, in ambito scolastico, il corpo insegnante.
Sono escluse dall’ambito professionale della Guida Ambientale Escursionistica tutte le attività e i percorsi che richiedano comunque l’uso di attrezzature e di tecniche alpinistiche, cioè corda, piccozza e ramponi.” (dallo Statuto AIGAE depositato presso il Ministero Sviluppo Economico).

Finalità del Corso
È un corso di avviamento alla professione ai sensi della legge 4/2013, che fornisce le conoscenze di base e gli strumenti tecnici necessari a intraprendere la professione di GAE. Il superamento dell’esame finale consente di ottenere il riconoscimento del titolo di Guida Ufficiale del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, ai sensi dell’art. 14 della L. 394/91 e dell’art.30 della L.R. 29/97.
Il superamento dell’esame finale dà altresì diritto a divenire socio AIGAE, con contestuale iscrizione nel Registro Italiano delle Guide Ambientali Escursionistiche.

Contenuti di base
– Normative di settore con particolare riferimento alla legislazione in materia di tutela ambientale e urbanistica riguardo alle aree protette; enti pubblici di riferimento per l’organizzazione e il controllo;
– Deontologia professionale;
– Elementi generali di storia, archeologia, geografia, folclore, tradizioni, usi e costumi del territorio del Parco dei Monti Simbruini;
– Elementi generali di biologia;
– Zoologia ed etologia del patrimonio faunistico dell’area appenninica;
– Climatologia, meteorologia e nivologia;
– Botanica dell’ambiente appenninico;
– Geologia e mineralogia;
– Orientamento, topografia, cartografia;
– Nozioni di marketing turistico;
– Aspetti contabili, fiscali, previdenziali e contrattuali;
– Prevenzione dei pericoli;
– Primo soccorso e BLS-D;
– Storia e normativa dei parchi;
– Attrezzatura e abbigliamento;
– Tecniche di conduzione e leadership.

Contenuti Tecnico Professionali
– Sentieristica e segnaletica
_ Tecniche escursionistiche (l’equipaggiamento-progressione per tipologia di terreno su percorsi tracciati e non tracciati – le precauzioni a seconda delle categorie di utenza – organizzazione di percorso alternativo);
– Norme di comportamento in caso di imprevisti (condizioni metereologi che avverse – affaticamento – infortunio – frane, ecc.) 4 PARCO NATURALEREGIONALE deiMONTISIMBRUINI
– Metodologie e tecniche didattiche per l’organizzazione di percorsi escursionistici e conduzione di gruppi (tipologia di utenza – tipologia di servizio:visite, escursioni, trekking – alimentazione – valutazione delle capacità psicofisiche e dell’equipaggiamento dell’utenza);
– Individuazione, progettazione, realizzazione, documentazione e offerta di itinerari escursionistici rapportati alle diverse stagioni ed alle diverse utenze;
– Sicurezza e primo soccorso in ambiente naturale (operatività – interventi di primo soccorso: valutazione dell’incidente, immobilizzazione, rianimazione – trattamento di traumi, avvelenamenti e malori più comuni);
– Problematiche medico-legali:
– Tecniche di organizzazione del soccorso (l’avvicinamento, l’attrezzatura a disposizione e suo utilizzo, le segnalazioni e la gestione del gruppo dopo l’incidente);
– Attività di collaborazione con la protezione civile;

Come iscriversi al corso
Il corso sarà attivato con un numero minimo di 25 iscritti ed un numero massimo di 35 corsisti, scelti dopo valutazione espressa da una apposita Commissione, nominata con successivo atto. Dei 35 corsisti che saranno ammessi al corso, n. 20 allievi riceveranno dall’Ente Parco una borsa di studio, che coprirà per intero i costi di iscrizione al Corso, salvo il versamento di € 100,00 ad allievo quale quota unica per diritti di segreteria, mentre i restanti n.15 allievi corsisti pagheranno per intero l’ iscrizione al Corso (€ 1.400,00).
Per richiedere l’iscrizione è sufficiente inviare i seguenti documenti:
▪ Domanda di iscrizione secondo il modulo allegato e scaricabile dal sito www.simbruini.it / Bandi di gara, concorsi, compilata e sottoscritta
▪ Fototessera
▪ Carta identità o passaporto.
▪ Curriculum vitae europeo, firmato.
▪ Documentazione degli eventuali crediti formativi BLS-D
La suddetta documentazione deve essere consegnata all’Ufficio Protocollo, presso la sede dell’Ente Parco, in Via dei Prati n.5 – 00020 Jenne (Rm) esclusivamente a mano, tramite corriere o tramite raccomandata A/R.
Chiusura delle iscrizioni: alle ore 13.00 del 15 marzo 2019
Qualunque richiesta pervenga oltre tale termine o con modalità di trasmissione diverse non verrà presa in considerazione; a tal fine farà fede il protocollo apposto dall’Ufficio del Parco addetto alla ricezione (Ufficio Protocollo).

Requisiti di ingresso
– aver compiuto la maggiore età all’atto dell’iscrizione al Corso;
– possedere la cittadinanza italiana o di altro Stato U.E. ovvero la cittadinanza di uno stato extra comunitario; in questo caso, il candidato dovrà dimostrare di possedere i requisiti di legge attestanti la residenza in Italia da almeno cinque anni e la conoscenza della lingua italiana (accertata in sede di colloquio);
– possedere il diploma di scuola secondaria di secondo grado;
– essere idoneo alla pratica sportiva non agonistica, attestata da certificato rilasciato dal medico di base (il certificato andrà presentato prima dell’inizio del corso);
– avere il godimento dei diritti civili e politici;
– non aver riportato condanne penali e non avere a proprio carico procedimenti penali in corso per reati contro la Pubblica Amministrazione, le persone, il paesaggio e l’ambiente, il patrimonio.

Selezione per l’accesso al Corso
La selezione prevede una graduatoria con punteggio finale massimo pari a 100, che sarà stilata dalla Commissione secondo i seguenti criteri:

 Criteri per la Valutazione 

Punteggio 
1- Colloquio generale per l’accertamento delle capacità cognitive e culturali 

necessarie all’espletamento della professione (abilità organizzative, 

socievolezza, comunicatività, emotività controllata, abilità didattica, 

attitudine al ruolo, ecc.) e valutazione Curriculare 

20 Max 
2 – Colloquio per la conoscenza di una lingua straniera  10 Max 
3 – Età inferiore a 35 anni  10 
4 – Residenza in uno dei Comuni del Parco  30 
5 – Disoccupazione o inoccupazione  20 
6 – Altri Titoli di studio: 

Laurea magistrale 

Laurea triennale 

10 

05 

TOTALE  100 

Nella graduatoria finale, i primi 20 allievi corsisti riceveranno dell’Ente Parco una borsa di studio che coprirà per intero i costi di iscrizione al Corso, tranne € 100,00 che ciascun allievo dovrà versare separatamente quale quota unica per diritti di segreteria, come previsto nel successivo Art. 12 “Costi e modalità di pagamento”. I restanti 15 allievi ammessi al Corso pagheranno per intero tutti i costi di iscrizione al Corso, come previsto nel successivo Art.12 “Costi e modalità di pagamento”.
A parità di punteggio finale prevarrà il candidato che avrà ottenuto il maggior punteggio nel Colloquio previsto al punto 1); ad ulteriore parità di punteggio finale prevarrà il candidato più giovane; ad ulteriore parità di punteggio finale prevarrà il candidato che avrà inviato per primo la domanda di iscrizione secondo quanto previsto dall’Art.4 del presente Avviso.

Articolazione del corso Orari e Frequenza
Il corso è suddiviso in due “AREE” per un totale di 300 ore circa.
AREA TECNICO-PROFESSIONALE
Fornisce le informazioni di base e gli strumenti del “saper fare” e costituisce il cuore vero e proprio del corso. Credito formativo ai possessori di abilitazione BLS-D rilasciata da ente riconosciuto.
AREA SCIENTIFICA
Fornisce le nozioni scientifiche di base in Geologia, Ecologia, Botanica, Zoologia. Gli allievi verranno comunque invitati ad approfondire autonomamente queste tematiche, che per la loro complessità e ampiezza non possono essere riassunte in un corso professionale.
Tutti gli allievi, per ottenere i riconoscimenti previsti dal corso, dovranno sostenere gli esami finali su tutti i contenuti didattici di cui agli artt. 2 e 3 del presente Avviso.
Gli orari delle lezioni in aula sono indicativamente i seguenti:
– dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 18:00 (pausa pranzo 1h + 2 intervalli intermedi di 15’), mentre gli orari e i giorni per le uscite pratiche verranno fissati di volta in volta.
– è richiesto l’obbligo di frequenza alle lezioni e alle escursioni per almeno l’80% delle ore totali. In caso di crediti formativi riconosciuti, le relative ore non concorrono al calcolo delle ore totali.
– nel caso le assenze siano concentrate in modo prevalente in particolari materie, la Commissione si riserva il diritto di richiedere che l’allievo, prima di sostenere l’esame conclusivo, sostenga un test di verifica specifico .
Alcuni moduli sono ritenuti indispensabili per la formazione di una futura guida; pertanto non sono ammesse assenze per le seguenti materie:
– Responsabilità della Guida,
– Legislazione e normativa
– Conduzione: riduzione del rischio
– Primo soccorso e BLSD
– Educazione ambientale e alla sostenibilità
Oltre alle ore di corso vengono inserite ore di training in affiancamento con guide in attività di conduzione ed educazione ambientale.

Organizzazione e gestione didattica del Corso
Il Direttore del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini o suo delegato è il responsabile del coordinamento del corso.
Il Direttore del corso, indicato da AIGAE, è il referente tecnico-scientifico della didattica del corso. Successivamente alla scadenza del presente Avviso, verrà istituita una Commissione mista Parco/AIGAE, la quale:
– Provvederà alla selezione dei corsisti secondo i criteri di cui all’Art. 6 del presente Avviso;
– Presiederà gli esami.

Esame conclusivo
– Il corso prevede un esame conclusivo strutturato in tre prove:
– una prova scritta per verificare le conoscenze acquisite ed il livello di appropriazione degli argomenti trattati nel corso;
– una prova pratica in campo per verificare le capacità tecniche acquisite (attrezzatura, orientamento, problem solving);
– una prova teorico pratica – projectwork: progetto di un’escursione a tema e sua attuazione; durante la prova si verificherà la capacità comunicativa, didattica e di gestione di un gruppo.

Consulta l’Avviso Pubblico per consultare il programma delle lezioni, i costi e le modalità di pagamento ed il regolamento.

Info: Ufficio comunicazione 0774 827221 promozione.sviluppo@simbruini.it

SCARICA DOMANDA ISCRIZIONE

Sito ufficiale Parco Simbruini

 

Tel. 0426 1900917
Fax 0426 1900688
segreteria@aigae.org
PEC: segreteriaaigae@pec.it
Orario di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì: 15:00 - 18:00
CF - 92021440539
PIVA - 01463770535
Iscrizione REA:RO-404634
Fatt. Elettronica (S.D.I.): T9K4ZHO