Manfredonia (FG) – II° Tavolo tecnico Parchi e AIGAE – 19.11.2016

bannerone-evento-gargano-x-fb

 


Sede:
Centro Visite Oasi del Lago Salso – Manfredonia (FG)
Titolo: 2° TAVOLO TECNICO PARCHI e AIGAEGuide, Parchi e Beni Culturali.
Formazione, scenari, progetti di sviluppo e strategie.
Per i Soci Aigae la partecipazione al convegno è valida per il riconoscimento di 4 CFP

Orari: 14.30 – 18.00 (Sessione Tecnica Riservata a invito)
Partecipano: direttori e presidenti aree protette, tecnici, addetti ai lavori e dirigenti AIGAE
Gestione inviti: vicepresidente@aigae.org

UN PATTO PER IL TERRITORIO

La montagna, le campagne, le coste si stanno svuotando! Questo grido di dolore, vero e accertato, lo si sente lanciare da diversi ambiti dell’Italia politica e produttiva. La necessità di cercare lavoro induce le persone che vivono nei centri minori a “pendolare” se non a trasferirsi in aree più urbanizzate. La conseguenza principale è di tipo economico, i centri minori perdono capacità di produrre reddito e ricchezza locale. Aspetto non secondario ma spesso tralasciato dai media è che in questo modo il territorio, inteso come insieme di elementi naturali e artificiali si svuota, si perdono quindi quelle figure che storicamente lo controllavano, lo conoscevano e lo “vegliavano”. Pastori, forestali, “casari”, agricoltori, tutti primi testimoni del territorio che occupavano tendono a scomparire lasciando quindi il territori senza “guardiani” senza cioè le persone che vivendo il territorio erano in grado di capirne lo stato di salute, di conservazione e segnalarne criticità.
Le Guide Ambientali Escursionistiche invece compiono il percorso inverso. O solo per lavoro, o anche per risiedervi, tendono a frequentare l’Italia minore in modo massiccio, capillare e interessato. Centinaia di giornate spese sui sentieri, sulle strade bianche sulle coste e nei fondovalle che, lasciati soli, trovano nelle Guide ambientali dei veri e proprio paladini non solo culturali. I Parchi naturali, e le aree protette in genere, sono le principali porzioni di territorio che subiscono questa migrazione e impoverimento. La novità, e la proposta di questo tavolo tecnico, consiste nel vedere le Guide Ambientali come i nuovi controllori del territorio, in ausilio alle comunità locali e alle aree protette.

Il tavolo tecnico ha i seguenti obiettivi:
•    Condividere l’analisi svolta
•    Condividere il ruolo delle GAE come “guardiani” del territorio
•    Definire una possibile collaborazione in ordine a:
a). Fruitori di formazione da parte dell’Ente circa lo stato del territorio del Parco
b). Erogatori di sensibilizzazione nel pubblico scolare e non del territorio
•    Definire un metodo di “citizen scienze” per individuare mappare e riferire le criticità individuate
•    Individuare i metodi per interfacciare le Guide con i Parchi

La nostra proposta è di realizzare un’intesa con i parchi riguardante due livelli:
1.    Formazione culturale alle Guide per poter configurarsi come “guardiani del territorio”;
2.    Realizzazione di un protocollo esecutivo su come interfacciare le osservazioni delle Guide e le guide stesse con l’area protetta e gli uffici competenti.

E’ inoltre ipotizzabile, dato il ruolo di “guardiano del territorio”, un inserimento delle Guide o della sinergia che proponiamo, come strumento di controllo del territorio in ambito di “Casa Italia”, lo strumento di Unità Nazionale per la difesa del territorio.
XXIV CONVENTION AIGAE

 


undo_arrow_left_edit_back

TORNA AL PROGRAMMA COMPLETO

Se non sei socio e vuoi essere aggiornato su AIGAE e il mondo delle guide, iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER