Manfredonia (FG) – Convegno: QUANDO CAPPUCCETTO ROSSO SI MANGIO’ IL LUPO – 19.11.2016

bannerone-evento-gargano-x-fb

 


Sede:
Centro Visite Oasi del Lago Salso – Manfredonia (FG)
Titolo: QUANDO CAPPUCCETTO ROSSO SI MANGIO’ IL LUPO
Il confine tra fruizione turistica e disturbo: incoerenze e corretta informazione
Per i Soci Aigae la partecipazione al convegno è valida per il riconoscimento di 4 CFP

Orari: 9.30 – 13.15 / 14.30 – 19.00
Iscrizioni e informazioni: segreteria@aigae.org

Il convegno vuole essere un momento di riflessione attenta all’etica della professione di Guida Ambientale Escursionistica e alle modalità di comunicazione che la GAE adotta nell’ambito della propria attività. La comunicazione degli operatori GAE è una forma di comunicazione ambientale che fa parte della big picture della conservazione della biodiversità: non si può prescindere dalla scienza della conservazione, da un lato, e dalla scienza della comunicazione, dell’altro, per comunicare la Natura in modo corretto.
Inoltre, sempre di più negli ultimi anni il campo di azione e di intervento delle GAE si è ampliato e arricchito di significati; infatti oggi possiamo dire che la Guida Ambientale Escursionistica non è solo l’intermediario tra natura e pubblico, ma ha un ruolo, e quindi delle responsabilità, ben più ampio diventando strumento di progettazione, di valorizzazione ma soprattutto di corretta conoscenza e, quindi, di “evoluzione culturale della specie” Homo sapiens sapiens. Non solo illustrare un Parco, ma anche e soprattutto comunicare al meglio le cosiddette “specie problematiche”, contribuendo a sgonfiare le false e dannose credenze popolari; non solo riconoscere e illustrare elementi naturali, ma interpretarli, oltre i canoni scientifici, per far vivere in natura un’esperienza unica, negli occhi e nella testa, delle persone accompagnate. Tutto questo comporta senso di responsabilità e coerenza di azioni a 360 gradi per veicolare i messaggi giusti.
In un momento storico così fluido e “virtuale” come il nostro, dove condividere è quasi più importante che vivere, è doveroso aprire la riflessione a quanto i nostri comportamenti siano etici rispetto alla Natura, interrogandoci sul disturbo che possiamo procurare, ad esempio alla fauna, quando per esigenze di promozione della nostra attività o per esigenze imposte dal mercato non ci domandiamo se le nostre azioni siano coerenti o no con la conservazione della biodiversità.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Ore 9.00: registrazione partecipanti
Ore 9.30: Inizio convegno: Saluti di rappresentanti, autorità e referenti politici
Presiedono:
Stefano PECORELLA – Presidente PARCO NAZIONALE DEL GARGANO
Stefano SPINETTI – Presidente Nazionale AIGAE

SESSIONE PLENARIA – Progetti, Esperienze, Opportunità
Ore 9.50 – Fauna “problematica” e specie invasive: le azioni dei parchi
Relatore: Giampiero SAMMURI – Presidente FEDERPARCHI, Presidente Parco Nazionale Arcipelago Toscano
Ore 10.10 – I grandi carnivori come volàno di una maggiore consapevolezza ambientale
Relatore: Paolo CIUCCI – Ricercatore UNIROMA
Ore 10.30 – Gli asini non volano. Come comunicare la natura ai bambini
Relatore: Vito CONSOLI –  Direzione Regionale Ambiente e Sistemi Naturali Regione Lazio
Ore 10.50 – Il disturbo alla fauna selvatica: conseguenze fisiopatologiche
Relatore: Adriano ARGENIO – Veterinario
Ore 11.10 – Uno squalo per amico
Relatore: Massimiliano BOTTARO – ricercatore ISPRA
Ore 11.30 – Specie invasive: non tutti gli alieni vengono da Marte!
Relatore: Luciana CAROTENUTO – Direzione Regionale Ambiente e Sistemi Naturali Regione Lazio
Ore 11.50 – Social o Anti-Social? Uso sostenibile dei mezzi di comunicazione
Relatore: Davide GALLI – Responsabile Ufficio Comunicazione AIGAE
Ore 12.10 – Responsabilità della Guida: etica e mediazione
Relatori: Andrea GELMETTI e Gianmarco LAZZARIN – Guide Aigae coord. Veneto
Ore 12.30 – L’Italia è un bosco: approccio alle foreste e ai grandi alberi
Relatore: Tiziano FRATUS – Dendrosofo, autore di libri su alberi e foreste
Ore 13.15  Pausa Pranzo

Ore 14.30 – 18.00 – SESSIONE  WORKSHOP TEMATICI –  PREISCRIZIONE OBBLIGATORIA

WS1 – I CAMMINI DELL’ITALIA CENTROMERIDIONALE. COME E PERCHE’ SARANNO LA PROSSIMA FRONTIERA DEL TURISMO.
Facilitatore: Marco AGUIARI – Presidente Comitato Via Francigena del Sud
Sempre più l’Italia si sta scoprendo un paese adatto ad un turismo slow, sia a piedi che in bicicletta. L’Italia centromeridionale, che sino a qualche anno fa sembrava essere esclusa da questo fenomeno, in realtà si sta dimostrando molto ricettiva ed anzi propositiva. Piano triennale per il turismo da ampio spazio allo sviluppo di questo settore e le infrastrutture iniziano ad essere pianificate. La sfida ora è essere capaci di intercettare il fenomeno sociale ricavandone interessanti occasioni di realizzazione professionale. Come in ogni cosa le chiavi del successo sono analisi delle opportunità, formazione, pianificazione ed organizzazione. Slow tourism, Cammini del sud, ruolo delle GAE e formazione culturale.
MAX 25 PARTECIPANTI – Iscrizione obbligatoria

WS2 – FOTOGRAFARE LA NATURA, MINIMIZZARE IL DISTURBO
Facilitatore: Milko MARCHETTI – Fotografo NATURALISTA
Fotografare la natura non significa solo catturare un istante nella vita del soggetto ripreso, ma significa entrare nel suo mondo, in punta di piedi, da invisibile spettatore. Etica, comportamento, conoscenza del soggetto, tecniche e attrezzature necessarie per essere prima Naturalisti e poi Fotografi ma sempre rispettosi dell’ambiente che ci circonda e dei suoi legittimi abitanti.
Fotografare per documentare, documentare per far conoscere, conoscere per preservare.
MAX 25 PARTECIPANTI – Iscrizione obbligatoria

WS3 – HERITAGE INTERPRETATION, CUSTODI DEL PATRIMONIO: PERCHE’ INTERPRETARE E’ MEGLIO DI GUIDARE
Facilitatori: Maurilio CIPPARONE (CURSA, progetto Custodi del Patrimonio), Riccardo SCHIAVO (membro Comitato Tecnico Scientifico Aigae), Ruggero RICCI (Istruttore NAI)
Principi, significati, esempi e campi di applicazione dell’Interpretazione ambientale, per la valorizzazione del patrimonio e lo sviluppo professionale delle Guide AIGAE. In seguito al Protocollo d’Intesa sottoscritto da AIGAE e CURSA, questo incontro descrive in concreto l’attuazione del Progetto “Heritage Stewardship – Custodi del Patrimonio”.
Obiettivi strategici del Progetto sono la valorizzazione e la tutela degli straordinari valori della Natura e Cultura d’Italia e la caratterizzazione delle Guide AIGAE come soggetti particolarmente qualificati il cui impegno, attraverso l’applicazione delle tecniche e dei principi dell’Interpretazione del Patrimonio Ambientale e Culturale (Heritage Interpretation), divenga più riconoscibile, e più apprezzato, per le Istituzioni e per l’intera Comunità nazionale.
MAX 25 PARTECIPANTI – Iscrizione obbligatoria

Ore 18.30 – Report dei Workshops, sintesi delle relazioni e dibattito
Ore 19.00 – conclusione dei lavori
Ore 20.30 – Cena sociale € 27,00  pagamento in loco


undo_arrow_left_edit_back

 TORNA AL PROGRAMMA COMPLETO

Se non sei socio e vuoi essere aggiornato su AIGAE e il mondo delle guide, iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER