NAPOLI – Il corso di Butterfly Watching – inizio 24.02.2021

Per saperne di più
Categoria: Corsi Aggiornamento
Luogo: Via Ventilabro 6 – 80126 Napoli

Organizzatore: Rosario Balestrieri

Formatori: Paolo Andreatta, Marco Bonifacino, Federica Paradiso

Sede: Via Ventilabro 6 – 80126 Napoli

Codice corso aggiornamento: 066414-21
Date: inizio 24 febbraio 2021 con termine al 24 marzo 2021
Durata: 10 ore
Crediti formativi: riconoscimento di 3 crediti formativi ai soci AIGAE

Corso aperto a tutti – NUMERO MINIMO DI PARTECIPANTI: 25 – NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI: 50

Costo: 50 € (45 € soci Aigae).

Prenotazioni:
e_mail: info@ardeaonlus.it


Descrizione:
il corso di Butterfly Watching proposto risulta di particolare interesse per le Guide Ambientali Escursionistiche poiché in grado di offrire ai partecipanti la possibilità di familiarizzare in modo semplice e diretto con il mondo delle farfalle, garantendo innumerevoli spunti per coinvolgere e affascinare il pubblico che viene accompagnato in escursione in ambienti naturali.
Il corso risulta orientato sia al riconoscimento delle specie più comunemente presenti sul territorio nazionale sia all’illustrazione di argomenti che ben si prestano alla divulgazione: metamorfosi, mimetismo, migrazioni,  fenomeni di  rarefazione dovuti alla trasformazione degli ambienti e conseguenti politiche di tutela e conservazione.
Questi insetti sono presenti in gran parte degli ambienti naturali in cui una guida AIGAE si trova ad operare, sono relativamente semplici da avvicinare e grazie al prezioso ruolo di bioindicatori che rivestono consentono alle guide una maggiore e più profonda conoscenza del territorio in cui sono organizzate le escursioni.
La bellezza data dalla simmetria delle ali e dai molteplici colori, oltre alla sorprendente biologia, collocano le farfalle tra  gli animali più piacevoli da osservare e che da sempre affascinano chi si trova a camminare in Natura.
In questi ultimi anni, alla stregua di quanto successo per il birdwatching, si assiste alla nascita di un vero e proprio turismo dedicato, con appassionati provenienti dal Nord Europa interessati all’osservazione delle specie che volano sul nostro territorio.
Nell’ottica di formare GAE preparate su questo particolare argomento e in grado di accompagnare in escursione turisti che si dedicano all’osservazione dei lepidotteri, questo corso può porsi come un’ottima base di partenza.
Le farfalle, inoltre, garantiscono continui collegamenti con il mondo della botanica e della fotografia naturalistica, interessando in maniera trasversale un gran numero di  appassionati di discipline affini.
Il butterfly watching, infine, si sposa perfettamente anche con una delle più importanti attività delle Guide: la didattica ambientale.
In particolare questo corso permetterà alle guide AIGAE che svolgono l’attività di educatori ambientali con  studenti delle scuole di ogni ordine e grado di acquisire competenze relative ad un argomento di grande fascino, in grado di coinvolgere anche lo studente meno sensibile alle tematiche naturalistiche.
Le farfalle potranno essere usate, quindi, come “strumento didattico” per sensibilizzare le nuove generazioni su temi ambientali di grande importanza.


Informazioni:
l’Italia, grazie alla varietà di ambienti che la caratterizzano, ospita un notevole numero di specie di farfalle diurne: sono quasi trecento quelle che volano sul nostro territorio.
Questa ricchezza offre molteplici opportunità per coloro che, incuriositi dalla bellezza dei colori e dall’eleganza del volo, vogliono avvicinarsi a quelli che da sempre sono considerati tra gli insetti più appariscenti all’interno del vasto panorama entomologico.
Un ottimo modo per iniziare a conoscere le farfalle è praticare il butterfly watching, attività che consente di osservarle nel proprio habitat naturale. Il presente corso si prefigge l’obiettivo di fornire ai partecipanti le nozioni di base di questa disciplina, dimostrando come con semplici accorgimenti e con il giusto approccio sia possibile imparare a riconoscere le farfalle diurne che più comunemente è possibile incontrare nei diversi ambienti della nostra penisola.
Data la delicata situazione che molte specie stanno vivendo a causa di una pressione antropica crescente, verranno inoltre introdotte le problematiche che ne riguardano la conservazione.
A tal proposito si precisa come uno dei fini del corso sia quello di formare persone che abbiano strumenti sufficienti per poter iniziare a contribuire a progetti di Citizen Science finalizzati ad una migliore conoscenza e protezione del patrimonio lepidotterologico italiano.
Il corso si rivolge essenzialmente ad un pubblico di neofiti, non sono quindi richieste ai partecipanti conoscenze di entomologia pregresse.
Le lezioni prevedranno la proiezione di fotografie e schede di identificazione realizzate dagli autori, oltre a momenti di verifica in cui testare le conoscenze acquisite nella trattazione dei diversi argomenti.
Inoltre, con il fine di coinvolgere in modo attivo i partecipanti, saranno previsti momenti in cui i relatori del corso condurranno un’identificazione guidata delle foto eventualmente fornite dai partecipanti stessi.
Questo approccio consentirà un continuo dialogo tra il docente e i corsisti, garantendo un consolidamento delle nozioni apprese durante ogni incontro


Struttura del corso:
Il corso verrà svolto sulla piattaforma Zoom ed è strutturato in 5 lezioni, ognuna delle quali della durata di 2 ore (orario 17-19).

 

 

Nella prima lezione si illustreranno gli obiettivi e la struttura del corso; verranno introdotti quindi i Lepidotteri nel loro complesso, trattandone peculiarità morfologiche, ciclo vitale e vari aspetti della loro biologia (es. alimentazione, riproduzione, strategie di difesa).
Seguirà un intervento sul butterfly watching, ovvero su come approcciarsi all’osservazione delle farfalle sul campo, fornendo indicazioni pratiche relative ad esempio all’individuazione di luoghi e periodi per cercare le diverse specie, sulla scelta dei manuali da utilizzare per la loro identificazione e a come fotografarle.
Le lezioni successive tratteranno le diverse famiglie di farfalle diurne presenti in Italia, in ordine sistematico, focalizzando l’attenzione sulle specie più caratteristiche ed evidenziandone i caratteri utili al riconoscimento, nonché fornendo informazioni sugli habitat frequentati ed il loro ciclo vitale.
Nell’ultimo incontro ci si soffermerà infine sulle specie italiane d’interesse conservazionistico, accennando ai principali fattori che ne minacciano la sopravvivenza, nonché su progetti di Citizen Science mirati al coinvolgimento degli appassionati in iniziative di ricerca scientifica e tutela delle farfalle.
 
Per l’ottenimento dei crediti formativi professionali è necessario partecipare all’80% delle ore totali.


PROGRAMMA

 

Luogo dell’evento

Indicazioni stradali Ingrandisci la mappa
Se non sei socio e vuoi essere aggiornato su AIGAE e il mondo delle guide, iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER